Pagine

sabato 14 febbraio 2015

Frittelle Mipiacemifabene ;-)


A Carnevale anche il fritto vale! Ieri ho deciso di fare le frittelle perché in questo periodo quando passeggio sento il profumo tipico dei dolci di Carnevale e vengo pervasa da un brigidino di felicità che mi riporta all'infanzia e da languirono... Si, è vero sono fritte e non bisogna abusarne però se si utilizza un buon olio spremuto a freddo e biologico (non quello da 1 Euro del supermercato nella bottiglia di plastica) e se si fa attenzione a non raggiungere il punto di fumo non vi farà male. La mia ricetta non prevede l'aggiunta di zuccheri raffinati ma vi assicuro che questi dolcetti sono squisiti! Ho scattato la foto col telefono quindi la qualità non è il massimo ma mi faceva piacere condividere la ricetta con voi visto che me l'avete richiesta in tantissime/i, la prossima volta farò meglio prometto :-) Ecco tutti gli ingredienti nel dettaglio...

Ingredienti:
300 g di farina semintegrale tipo 1
3 cucchiaini di lievito a base di cremortartaro
1 pizzico di sale marino integrale
1 pizzico di curcuma
1 pizzico di vaniglia
1 cucchiaino da thè colmo di semi di anice
La scorza grattugiata di un piccolo limone 
30 g di olio di girasole bio
200 g di succo di mela limpido
100 g di uvetta ammollata
1 mela sbucciata
Olio di girasole per friggere

Procedimento:
Setaccia la farina insieme al lievito, aggiungi il sale, la curcuma, la vaniglia, l'anice, la scorza di limone e miscela il tutto. Unisci l'olio, il succo di mela, l'uvetta scolata e asciugata e la mela tritata. Mescola con un cucchiaio e fai riposare per 15 minuti. Versa l'olio sul fuoco, porta a temperatura, porziona le frittelle aiutandoti con 2 cucchiaini da thé e cuocile in olio bollente per 5 minuti stando attenta/o a non scottarti. Trasferisci su carta da cucina e successivamente su un piatto da portata. Sono squisite, godetene pure ma andateci piano :-) Vi lascio una foto scattata a casa della mia adorata nipotina che ha una passione per Pippi Calzelunghe così mi immergo in pieno nell'atmosfera carnevalesca ;-) 


Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette e se vuoi puoi unirti alla mia pagina di gradimento facebook :-) Grazie! :-D

28 commenti:

  1. buonissime le frittelle! Fede sei bellissima complimenti!! ciaooooo

    RispondiElimina
  2. Buone queste frittelle!!!! Pippi sei stata bravissima! Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheeheh grazie mille Chiara :-)
      Ciao a prestissimo
      Federica :-)

      Elimina
  3. Sono molto particolari!!!! anche la curcuma.. Vorrei tanto assaggiarne una.. smackkkk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia :-) La curcuma non si sente, l'ho solo utilizzata per scaldare il colore e renderle ancora più belle :-) Comunque ti confermo che sono davvero ottime e naturalmente dolci. Grazie per la visita, passerò presto a trovarti
      Un abbraccio e buona settimana
      Federica :-)

      Elimina
  4. Ma sì, Fede, se si seguono delle semplici regole, un fritto ogni tanto si può gustare. E immagino la gioia nel gustare le tue bellissime frittelle! Un saluto a te e alla nipotina, buon fine settimana!

    RispondiElimina
  5. Ma che bella idea Fede.Proverò certamente questa tua interpretazione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona :-) In effetti è proprio come dici tu, ogni tanto friggere con ingredienti di qualità e facendo attenzione alla temperatura fa addirittura bene al fegato :-) (abbiamo trovato un'ottima scusa per concederci un buon fritto ogni tanto) ;-)
      Ciao, a prestissimo
      Federica :-)

      Elimina
  6. Ciao Federica, queste le mangerei volentieri anche io che di solito non amo particolarmente il fritto. Non sono troppo dolci vero?
    Buona domenica,
    V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Sono molto buone queste frittelle e sono naturalmente dolci grazie alla frutta e al succo di mela. Non utilizzo mai lo zucchero e neanche i derivati, a me piacciono i sapori naturali, queste sono ottime con una spolverata di cannella finale. Anch'io non sono un'appassionata di fritto ma ogni tanto ci sta :-) Grazie ancora per la visita e a presto
      Federica .-)

      Elimina
  7. Risposte
    1. Si, che buone Günter! Ne ho già nostalgia... Ciao, graie per la visita e a presto
      Federica :-)

      Elimina
  8. Ciao Federica, devo proprio provarle!
    Cosa mi dici dell'olio di arachide per friggere? Ieri ho usato quello di girasole ma il fritto si bruciava velocemente. A quale temperatura si usa?
    Grazie e buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luisa :-)
      Io mi sono trovata molto bene con l'olio di girasole, l'ho mantenuto ad una temperatura stabile e al palato risultava piacevole e delicato. Alcuni oli di girasole però secondo me hanno un cattivo sapore, io di solito acquisto quello biologico spremuto a freddo della coop. L'olio di arachide non l'ho mai provato anche se so che è quello più utilizzato per friggere solo che non si trova facilmente biologico quindi ne faccio a meno. So che per friggere è molto indicato l'olio di sesamo ma è abbastanza caruccio... L'unica raccomandazione è quella di non comprare gli oliacci del supermercato a prezzi troppo bassi; se costano così poco un motivo ci sarà... Ogni tanto li vedo e penso; ma come possono essere venduti a quei prezzi stracciati?? Solo la bottiglia di plastica avrà quel valore... Deve essere per forza spazzatura. L'olio che utilizzo io costa intorno alle 3,50 euro, in effetti più dei classici oli per fritto, però io lo utilizzo una volta o due all'anno e in questi casi meglio mangiare bene, spendere un po' di più e restare in salute :-)
      Ciao a presto e grazie per essere passata
      F*

      Elimina
  9. sono golosissime e hanno un aspetto perfetto e invitantissimo:)). Concordo pienamente con te: seguendo alcune regole e una volta ogni tanto il fritto non fa male!! Come ogni cosa...ciò che crea danno è l'abuso..io poi...friggo pochissimo....:)
    Un bacione e buna domenica:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy! Sono venute benissimo e devo dire che ho avuto anche la fortuna del dilettante visto che è la terza volta che friggo in tutta la mia vita :-D All'esterno erano croccantissime e dentro sofficisoffici... Che bontà! Adesso però basta, altrimenti ci prendo troppo gusto :-D Ciao carissima, grazie per essere passata e a presto
      Federica :-)

      Elimina
  10. Ciao Fede, non amo molto il carnevale, se non fosse per i dolci, soprattutto quelli fritti, che siano 'bugie' (chiacchiere), struffoli, frittelle... li amo tutti!!!!!!
    questa tua versione mette voglia di assaggiarle solo a vederle, con anice e limone non le ho mai provate! per ora...
    Un bacione, il rosso ti dona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! Io invece tutti gli anni mi riprometto di andare a qualche festa e travestirmi ma poi non mi organizzo mai... Però l'anno prossimo voglio assolutamente celebrare questo ritorno alla fanciullezza e ballare fino a tarda notte :-D Sono passata prima da te :-)
      Graie ancora per la visita e a presto
      Federica :-)

      Elimina
  11. Golosiiiii e la golosità è contagiosa !! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena :-) Grazie! Ieri abbiamo fatto il "fritto day" :-D Le mie frittelle sono state molto apprezzate nonostante non contengano zucchero ed io sono molto soddisfatta :-)
      Ciao, a presto!
      F*

      Elimina
  12. buone anche con la curcuma non ci ho mai pensato, pochi fritti ma buoni mi pare un pensiero corretto!!! belle e diverse dalla maggior parte di quelle che vedo in questi giorni!!! buona settimana!

    RispondiElimina
  13. Sembrano deliziose queste frittelle . . . e super originali ^_^ ! Dovrò riproporle sulla mia tavola in versione gluten free :)
    Ti volevo fare i miei complimenti per il blog al quale mi sono appena unita per non perdere di vista alcuna novità culinaria . . . se ti va di passare a dare un 'occhiata alla mia neo pagina mi trovi su scrignodidelizieglutenfree
    A presto :)

    RispondiElimina
  14. E se fa bene a te, fa bene anche a noi che leggiamo e ci gustiamo l'occhio!!!

    RispondiElimina